La Corrente Elettrica

Definizione di Corrente Elettrica

La corrente elettrica è un qualsiasi moto ordinato di cariche elettriche, definita operativamente come la quantità di carica elettrica che attraversa una determinata superficie nell’unità di tempo.

I = Q / t

dove:

  • Q è la corrente elettrica
  • t il tempo.

La corrente convenzionale è definita come il flusso di carica positiva, sebbene in realtà la corrente elettrica sia solitamente realizzata attraverso un moto ordinato di elettroni all’interno di un conduttore elettrico.

L’intensità di corrente elettrica, indicata usualmente col simbolo I, è assunta come grandezza fondamentale nel sistema internazionale SI. La sua unità di misura è l’ampere (A).

La corrente elettrica può essere misurata direttamente con un amperometro, ma questo metodo richiede l’interruzione del circuito, che talvolta può essere un inconveniente. La corrente può anche essere misurata senza interrompere il circuito, tramite il rilevamento del campo magnetico da essa generato.

La pila voltaica

Nel 1800 Alessandro Volta annuncia alla comunità scientifica l’invenzione della Pila, un predecessore della batteria elettrica, che produceva una corrente elettrica costante, e permise lo studio e lo sviluppo dei fenomeni elettrici , legati al movimento di cariche.

Effetti della corrente elettrica sul corpo umano

La soglia di percezione umana dell’intensità di corrente elettrica è circa di 0,5 mA in modalità di corrente alternata a frequenza di 50÷60 Hz e di 2 mA in corrente continua. Si deve anche tenere conto che l’effetto di una determinata corrente elettrica varia non solo per l’intensità, ma anche per il tempo di persistenza.

Grafico in scala logaritmica dell’effetto della corrente alternata I di durata T passante dalla mano sinistra ai piedi, come indicato nella norma IEC 60479-1.

  • AC-1: non percepibile
  • AC-2: percepibile ma senza reazioni muscolari
  • AC-3: contrazione muscolare con effetti reversibili. AC-4: possibili effetti irreversibili
  • AC-4.1: fino al 5% di probabilità di fibrillazione ventricolare.
  • AC-4.2: 5-50% di probabilità di fibrillazione ventricolare.
  • AC-4.3: oltre al 50% di probabilità di fibrillazione ventricolare.

(Fonte: wikipedia)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.